Domande frequenti sul 730

Piccole cose utili da sapere…anche alla scadenza del 730. Sei sicuro di aver risolto tutti i tuoi dubbi inerenti la Dichiarazione dei Redditi?

Di seguito alcune domande più frequenti che potrebbero fare al caso tuo.


D: Se nel corso dell’anno ho avuto più rapporti di lavoro (intervallati anche da momenti di disoccupazione o cassa integrazione) oppure ho terminato l’attività lavorativa e sono andato in pensione, sono obbligato a presentare la dichiarazione dei redditi?

R: Si. Nel caso in cui i redditi non siano stati tra loro conguagliati, è necessario presentare dichiarazione dei redditi. In ogni caso è sempre bene verificare, anche in caso di conguaglio, che tutto sia corretto.


D: Se ho dimenticato di inserire qualche spesa nella dichiarazione dei redditi, come posso fare?

R: è possibile presentare una dichiarazione integrativa, entro cinque anni dalla presentazione di quella originaria. Inoltre, se integri la dichiarazione entro novembre, potrai avere il rimborso direttamente in busta paga!


D: Mio figlio ha 27 anni ed è disoccupato, posso considerarlo a carico ai fini fiscali?

R: I figli posso essere considerati fiscalmente a carico indipendentemente dall’età. L’unica verifica per l’anno 2018 è quella reddituale, poiché non devono aver superato nell’anno un reddito complessivo di euro 2840,51. Voucher e talune borse di studio, essendo redditi esenti, non rientrano nell’ammontare del reddito da considerare.

 

Ricorda che hai tempo fino al 23 luglio per presentare il 730: corri nei nostri uffici, sei ancora in tempo.