Modello Redditi: posticipata la scadenza

Il modello REDDITI PF (ex modello UNICO Persone Fisiche) è l’altra dichiarazione dei Redditi che può essere utilizzata dai contribuenti non titolari di P.IVA che non ho hanno le caratteristiche per accedere al Modello 730 o che magari si sono dimenticati di presentarlo entro la scadenza.

In generale, le persone fisiche non titolari di P.IVA sono obbligate a presentare il modello REDDITI se sono:

  • eredi per assolvere all’obbligo dichiarativo per conto di contribuenti deceduti;
  • percettori di redditi ‘diversi’ che non trovano spazio nel modello 730;
  • percettori di redditi d’impresa pur se in forma di partecipazione.

Con il Modello Redditi si posso far valere le stesse detrazioni fruibili nel Modello 730, l’unica differenza sta nel fatto che il conguaglio di tale dichiarazione non è in capo al datore di lavoro (sostituto d’imposta).

Infatti, se dal Modello Redditi scaturisce un debito, il contribuente dovrà versare le imposte in maniera autonoma utilizzando la delega di pagamento Modello F24.

Se dal Modello Redditi scaturisce un credito invece, tale somma verrà liquidata da parte dell’Amministrazione finanziaria. Sempre in caso di credito, è data facoltà al contribuente di decidere, in fase dichiarativa, di non richiedere il rimborso dell’imposta ma di utilizzarla per compensare eventuali altri debiti.

La scadenza del Modello Redditi era originariamente fissata per il 30 settembre.

Il recente Decreto Crescita ha però fatto slittare tale scadenza al 30 Novembre, lasciando quindi di fatto più tempo per la presentazione di tale dichiarazione!